11 Maggio Mag 2015 2002 one year ago

Matthews, lampo rosa a Sestri Levante

L’australiano supera in rimonta Felline e Gilbert – Grande apprensione per la caduta in discesa di Pozzovivo

Matthews Chiavari

Sestri Levante (GE) (11/5) – Un lampo rosa illumina il rettilineo di Sestri Levante. È la maglia del leader del Giro Michael Matthews piazza lo spunto vincente nella terza tappa in rimonta su Fabio Felline (Trek Factory Racing), il belga Gilbert (Bmc Racing Team) e il resto del gruppo. L’australiano dell’Orica GreenEdge battezza così il primato conquistato ieri a Genova (foto Bettini).

Il clima di festa che accompagna il Giro oggi è stato purtroppo offuscato dalla grande apprensione per la brutta caduta in discesa di Domenico Pozzovivo a 40 Km dal traguardo. Soltanto quando il prof. Tredici ha dato le prime notizie rassicuranti sulle condizioni dell’atleta lucano, trasportato immediatamente al Pronto Soccorso dell’Ospedale San Martino di Genova, si è tirato un respiro di sollievo.

La tappa di media-montagna presentava una serie di saliscendi nei primi 110 km e due Gran premi della montagna per un totale di 2.300 metri di dislivello. La fuga di giornata ha visto protagonisti 25 corridori, tra i quali tre BMC con Gilbert e due Orica con Clarke e Chaves, oltre a Ulissi, Zardini, Boaro e Paterski. Il vantaggio massimo è stato di 2'40" perché la Tinkoff Saxo di Contador non ha mai perso il controllo.
ll primo GPM va a Zardini, il secondo al russo Pavel Kochetkov, che poi prosegue l'attacco fino ai piedi della successiva discesa del Barbagelata.
Raggiunto da Paterski, Hansen e Clark, il russo è l'ultimo ad arrendersi al primo gruppo degli inseguitori. L’Orica prende in mano le redini per pilotare lo sprint a favore di Matthews, che non fallisce il bersaglio.
L’australiano rinforza il primato con l’abbuono, ma la tappa di domani da Chiavari a La Spezia presenta molte insidie. Sono 150 km caratterizzati da salite, discese e strade serpeggianti tra le montagne senza soluzione di continuità su strade prevalentemente a carreggiata ristretta. Dopo i pochi chilometri pianeggianti in partenza si scala la Colla di Velva per entrare nella Val di Vara dove si scala il Passo del Bracco per poi immettersi con tratti di strada a volte tecnici nelle Cinque Terre. Dopo Levanto si scala il passo del Termine e, superata Riomaggiore, la Galleria “Biassa”, di oltre 1km, immette nel Golfo di La Spezia, dove dopo il passaggio sul traguardo sarà affrontato un giro di un circuito di 17,1km.
Ultimi km - Circuito parzialmente cittadino molto impegnativo e articolato. Dopo una prima parte di circa 4km dentro l’abitato composta di rettilinei e curve ad angolo retto (da segnalare circa 1km in leggera ascesa in pavé), si affronta la salita di Biassa (GPM) con circa 3,5km al 5%, ma con l’ultimo km sempre sopra il 10% e punte localizzate del 14%. Ai 10km dall’arrivo inizia la lunga discesa panoramica che termina a 3km dall’arrivo. Ultimi chilometri pianeggianti e composti da lunghi rettilinei. Rettilineo di arrivo lungo 700m (larghezza 8m) su asfalto.

3^ TAPPA

1

Michael Matthews (Aus, Orica GreenEdge) Km. 136 in 3h33’53”

2

Fabio Felline (Ita, Trek Factory Racing)

3

Philippe Gilbert (Bel, BMC Racing Team)

4

Sergey Lagutin (Rus, Team Katusha)

5

Paolo Tiralongo (Ita, Astana Pro Team)

6

Luca Paolini (Ita, Team Katusha)

7

Francesco Gavazzi (Ita, Southeast Pro Cycling)

8

Enrico Battaglin (Ita, Bardiani CSF)

9

Luis Leon Sanchez (Spa, Astana Pro Team)

10

Yonathan Monsalve (Ven, Southeast Pro Cycling)

CLASSIFICA GENERALE

1

Michael Matthews (Aus, Orica GreenEdge) in 8h06’27”

2

Simon Clarke (Aus, Orica GreenEdge) a 6”

3

Simon Gerrans (Aus, Orica GreenEdge) a 10”

4

Esteban Chaves (Col, Orica GreenEdge) st

5

Roman Kreuziger (Cze, Tinkoff-Saxo) a 17”

6

Alberto Contador (Spa, Tinkoff-Saxo) st

7

Michael Rogers (Aus, Tinkoff-Saxo) st

8

Paolo Tiralongo (Ita, Astana Pro Team) a 23”

9

Fabio Aru (Ita, Astana Pro Team) st

10

Diego Rosa (Ita, Astana Pro Team) st

NEWS CORRELATE

Elia Viviani tocca il cielo con un dito a Genova

L’Orica dona a Gerrans la prima rosa

GIRO D’ITALIA: Sabato il via dalla Riviera dei Fiori