15 Maggio Mag 2015 1959 one year ago

Diego Ulissi ritrova a Fiuggi la strada del successo

Il talento toscano vince la tappa più lunga regolando Lobato, Gerrans e il resto del gruppo – Contador stringe i denti e supera l’esame post-caduta

Ulissi Settimagiro

Fiuggi (FR) (15/5) – Al termine della tappa più lunga del Giro d’Italia, 263 km da Castiglion della Pescaia a Fiuggi, squarcia l’aria l’urlo di liberazione e di gioia più lungo: è quello di Diego Ulissi, che ritrova finalmente la luce la vittoria dopo mesi di buio e tormento. Il 25enne toscano ha battuto allo sprint Juan Josè Lobato (Movistar), Simon Gerrans (Orica) e il resto del gruppo che si è presentato sul rettilineo d’arrivo della città termale. Per Ulissi, prof dal 2010, si tratta del primo centro stagionale, il quarto al Giro e il 18° da professionista. Al quarto posto Manuel Belletti (Southeast), quinto e sesto Enrico Battaglin (Bardiani) e Sonny Colbrelli (Bardiani).
La fuga di giornata porta i nomi di Marco Bandiera della Androni Sidermec, Nicola Boem (Bardiani Csf) , Pier Paolo De Negri (Nippo Vini Fantini) e del bulgaro Nikolai Mykhailov (CCC Sprandi). I quattro hanno pedalato con il vento contrario per oltre 220 chilometri e sono stati ripresi ai - 20.
Sempre davanti, perfettamente scortato dai suoi compagni di squadra, Alberto Contador è sembrato sofferente, ma perfettamente padrone della corsa ed oggi è riuscito anche a indossare la maglia rosa nonostante i dolori alla spalla.
Grandissimo lavoro della Lampre Merida nel chilometro finale con Ferarri e Richeze, che hanno messo in lunga fila il plotone. Quasi a sopresa è partito come un proiettile Diego Ulissi sfrecciando davanti a tutti per poi dare sfogo alla sua incontenibile gioia.

Ripreso fiato, Ulissi ha detto: "Ci sono grandi velocisti qui e sapevo di non essere il favorito oggi, ma ho avuto grandi gambe. Sono partito in anticipo perché avevo paura di venire rimontato. Questa è una vittoria speciale per me dopo un anno difficile e voglio ringraziare la mia famiglia - mia moglie, i miei genitori e i miei suoceri - ed anche i miei amici per tutto il loro supporto."

La Maglia Rosa Alberto Contador confessa: "È stata una giornata dura per me e sono contento di essere qui. Dopo tre-quattro ore non sapevo bene cosa fare con il mio braccio ma spero e confido che con il passare dei giorni migliori. Domani è una di quelle tappe che mi ero segnato come obiettivo. Ora sarà difficile per me e mi aspetto attacchi. In questo momento sto solo pensando a riposare e mettere il ghiaccio sulla spalla. Poi vedremo."

7^ TAPPA

1 Diego Ulissi (Ita, Lampre Merida) Km. 264 in 7h22’21”
2 Juan Jose Lobato Del Valle (Spa, Movistar)
3 Simon Gerrans (Aus, Orica GreenEdge)
4 Manuel Belletti (Ita, Southeast)
5 Enrico Battaglin (Ita, Bardiani Csf)
6 Sonny Colbrelli (Ita, idem)
7 Fabio Felline (Ita Treck Factory Racing)
8 Grega Bole (Slo, Ccc)
9 Kévin Reza (Fra. Fdj)
10 Sergey Lagutin (Rus, Kathusa)

CLASSIFICA GENERALE

1 Alberto Contador (Spa, Tinkoff-Saxo )
2 Fabio Aru (Ita, Astana Pro Team) a 2”
3 Richie Porte (Aus, Team Sky) a 20”
4 Roman Kreuziger (Cze, Tinkoff-Saxo) a 22”
5 Dario Cataldo (Ita, Astana Pro Team) a 28”
6 Esteban Chaves (Col, Orica GreenEdge) a 37”
7 Giovanni Visconti (Ita, Movistar Team) a 56”
8 Mikel Landa Meana (Spa, Astana Pro Team) a 1’01”
9 Davide Formolo (Ita, Cannondale-Garmin Pro Cycling) a 1’15”
10 Andrey Amador (CRc, Movistar Team) a 1’18”

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA – Elia Viviani (TEAM SKY)
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM – Jan Polanc (LAMPRE - MERIDA)
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN – Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM)

NEWS CORRELATE

Greipel anticipa Pelucchi e Modolo a Castiglione

L’Abetone incorona Polanc e fa uscire allo scoperto i tre big

Giovani azzurri crescono: gran numero di Formolo a La Spezia

Matthews, lampo rosa a Sestri Levante

Elia Viviani tocca il cielo con un dito a Genova

L’Orica dona a Gerrans la prima rosa

GIRO D’ITALIA: Sabato il via dalla Riviera dei Fiori