19 Marzo Mar 2017 1749 3 months ago

JUNIORES: Samuele Manfredi di forza a La California

Il ligure della Romagnano Mamis Guerciotti ha anticipato i compagni di fuga regolati dal compagno di squadra Benedetti davanti a Magli e Cataldo

Lacalifornia Samuele Manfredi

La California (LI) (19/3) - Splendido spettacolo quello offerto a La California dal ligure Samuele Manfredi, ragazzo solare, dal volto sempre sorridente, un “tipo alla Sagan” con il massimo rispetto per il campione del mondo, che da questa stagione è nel team toscano Romagnano Mamis Guerciotti, guidato dal direttore sportivo Matteo Berti, considerato una delle squadre più forti in campo nazionale (nella foto Fruzzetti l'arrivo).

Manfredi, 17 anni, atteso al debutto in categoria dopo un impressionante ruolino di successi da allievo, compresi due titoli italiani a cronometro, ha staccato i 4 compagni di fuga a 18 Km dall’arrivo al primo dei due passaggi sulla strada sterrata. Da allora spettacolo di classe, fino al termine con un’azione poderosa e possente, quanto stilisticamente perfetta.

Manfredi nel vederlo pedalare suggerisce una definizione calzante: “nato per andare in bici”. Dopo le “Strade Bianche” del Senese con i professionisti e le donne élite, è toccato dunque anche agli juniores percorrere per circa 6 km le strade sterrate nella gara di apertura della stagione 2017 in Provincia di Livorno affidata alla Coppa Paolo Bettini-Trofeo On Sport.

La corsa organizzata dal Velo Club La California era valevole anche come campionato provinciale livornese titolo conseguito da Lorenzo Grandi del Team Mamma e Papà Fanini di Livorno giunto nel gruppo.

La corsa (120 i partenti di 13 società con la presenza in qualità di ospite di Paolo Bettini) per 55 Km non ha offerto emozioni e l’unica annotazione riguarda lo stop imposto dalla direzione di corsa con una neutralizzazione di undici minuti al Km 28 di gara in quanto i due mezzi sanitari presenti alla gara avevano dovuto lasciare la stessa per trasportare in ospedale a Cecina un paio di atleti coinvolti in cadute.

La fuga decisiva nasceva al Km 56 protagonisti 9 corridori. Restano poi in cinque (Manfredi, Magli, Benedetti, Nencini e Cataldo. Al primo passaggio sulle strade sterrate l’allungo poderoso di Manfredi che iniziava la sua esaltante e straordinaria galoppata vincente. Dietro si divideva il quartetto ed il secondo posto era del toscano Benedetti, compagno di squadra del vincitore ed altro giovane al debutto da seguire con grande attenzione.

Bene Magli, giunto terzo, e positive le prove di Cataldo e Nencini, vittima anche di una caduta ed altro debuttante tra gli juniores. Per la Romagnano Mamis Guerciotti un avvio folgorante (4 atleti nei primi dieci) e festa nel clan massese con il direttore generale Ennio Bongiorni, il presidente Mario Mosti, lo staff tecnico e gli sportivi.

Antonio Mannori

ORDINE DI ARRIVO: 1. Samuele Manfredi (Romagnano Mamis Guerciotti Liguria) Km 86,5, in 2h09’, media Km 40,225; 2. Gabriuele Benedetti (idem) a 1’53”; 3. Filippo Magli (Stabbia Dover Andia Fora); 4. Lorenzo Cataldo (Unicash Cipriani&Gestri Monsummanese 2C) a 2’08”; 5. Tommaso Nencini (Foscol Bessi) a 2’24”; 6. Matteucci a 2’50”; 7. Giachi; 8. Taddei; 9. Iacchi; 10. Marouan a 3’10”.