7 Maggio Mag 2017 1346 2 months ago

COPPA NAZIONI: Andrea Bagioli sul podio finale, vince Andersen

L’azzurrino indossa anche la maglia della classifica a punti – Masotto 2° nell’ultima tappa, Italia protagonista in tutte le giornate

Corsapace Bagioliterzoassoluto

Terezin (R. Ceca) (6/5) - Azzurrini scatenati! All’ultima tappa della Corsa della Pace, terza prova di Coppa Nazioni del Challenge UCI. Il lombardo Andrea Bagioli conquista uno splendido terzo posto nella classifica generale, miglior risultato dell’Italia da quando la prestigiosa corsa a tappe è stata inserita nel Challenge UCI juniores.

Non solo. In tutte le giornate di gara la squadra del Ct De Candido è salita sul podio. L’ultimo è stato conquistato oggi da Giulio Masotto con il secondo posto nella tappa finale.

Procediamo per ordine. Quello di Andrea Bagioli è un risultato fortemente voluto e cercato con determinazione. L’azzurro, protagonista nella prima tappa (terzo nella frazione e nella generale), fu poi vittima di una caduta in entrambe le due semitappe (crono e in linea) perdendo tempo e posizioni preziose in classifica. Ma la sua grinta e il sostegno dei compagni lo hanno portato al secondo posto nella tappa regina disputata ieri, facendolo risalire in classifica alla quarta posizione a soli 4” dal podio.

Corsapace Masottopodiotappa

Oggi, nell’ultima tappa a Terezin, sul noto circuito di Ploskovice - Maškovice – Třebušín di 96,4 km, l’azzurrino in forza alla Canturino 1902, ha fatto valere il suo talento supportato dall’ottima condotta di tutta la Nazionale, conquistando il terzo gradino della prestigiosa corsa internazionale, mentre Masotto coronava la prestazione collettiva con il posto d'onore a Terezin (nella foto sopra).

“Anche oggi abbiamo corso veramente bene – dice il CT De Candido – sempre in gara rispondendo agli attacchi, chiudendo i buchi e mettendo in primo piano sia Bagioli che lo sprinter Masotto. La squadra si è infatti messa a disposizione del velocista quando è stato necessario ed il risultato è stato un ottimo podio di tappa oltre che lo splendido terzo posto di Andrea nella generale”.

Spiace per l’altro azzurrino al primo anno Samuele Manfredi, che a pochi km dall’arrivo è caduto senza riportate, fortunatamente, nessuna conseguenza.

CHE SPETTACOLO! – Come detto, da quando è stata introdotta la Corsa della Pace nel circuito di Coppa Nazioni UCI riservato alla categoria Juniores (2008), questo è il primo podio per l’Italia. Bagioli è anche il vincitore della Classifica Generale a punti. Classe 1999, Andrea vive a Sondrio ed è iscritto all’Istituto tecnico, già in maglia azzurra dallo scorso anno, questo successo lo ha reso felicissimo. “Sono emozionato e felice e molto soddisfatto. Peccato per la caduta in particolare nella corsa a cronometro ma, con il senno di poi, forse mi è servita come spinta per fare sempre meglio” – dice l’azzurrino che ha ringraziato anche i compagni di squadra per il prezioso supporto.

Corsapace Bagiolimagliapunti

I PODI AZZURRI - Per il CT De Candido le soddisfazioni sono molte oltre al risultato finale. L’Italia in questa Coppa Nazioni – Corsa della Pace ha conquistato infatti quattro podi di tappa:

Andrea Bagioli terzo nella tappa di apertura e secondo nella dura tappa di sabato 6 maggio, terzo nella classifica finale e primo nella classifica a punti (foto in alto e sopra)

Davide Ferrari primo nella tappa di venerdì 5 maggio

Giulio Masotto secondo nella tappa conclusiva.

Avanti così, azzurrini, avanti tutta anche per il prossimo appuntamento che vi aspetta, la quarta prova di Coppa Nazioni al Trophée Centre Morbhian (20 e 21 maggio), in Francia.

Ufficio Stampa FCI

Corsapacejrs2

4^ TAPPA

  1. Märkl Niklas (Ger) Km. 96,4 in 2h14’57”, media 42,860
  2. Masotto Giulio (Ita)
  3. Van Tricht Stan (Bel)
  4. Ferrari Davide (Ita)
  5. Magli Filippo (Ita)
  6. Babor Daniel (Cze)
  7. Van Den Berg Marijn (Ola)
  8. Hoole Daan (Ola)
  9. Ponsaerts Thibaut (Bel)
  10. Montauban Jérémy (Fra)

Gli altri italiani: 27. Bagioli Andrea; 30. Zana Filippo; 67. Manfredi Samuele

CLASSIFICA GENERALE

  1. Andersen Idar (Nor) in 9h12’21”
  2. Leknessund Andreas (Nor) a 41”
  3. Bagioli Andrea (Ita) a 1’15”
  4. Vacek Karel (Cze) a 1’24”
  5. Lefaure Paul (Fra) a 1’40”
  6. Eriksson Jacob (Sve) a 2’05”
  7. Ponsaerts Thibaut (Bel) a 2’21”
  8. Van Wilder Ilan (Bel) a 2’39”
  9. Stojnic Veliko (Srb) a 2’40”
  10. Heinschke Leon (Ger) a 2’44”

Gli altri italiani: 19. Zana Filippo a 4’07”; 49 Masotto Giulio a 10’30”; 57. Magli Filippo a 11’28”; 68. Manfredi Samuele a 14’47”; 93. Ferrari Davide a 36’05”