18 Maggio Mag 2017 1908 4 months ago

GIRO 100: Gaviria cala il tris a Reggio Emilia

Come a Messina il colombiano precede in volata Mareczko e Bennett – La maglia rosa resta a Dumoulin

Tappa12 Gaviriatre

Reggio Emilia (18/5) – Il colombiano Fernando Gaviria trionfa a Reggio Emilia nella 12ª tappa del Giro d'Italia. Il campione della Quick-Step Floors batte allo sprint l'azzurro Jakub Mareczko (Wilier-Selle Italia) e l'irlandese Sam Bennett (Bora-Hasgrohe), stesso identico podio della tappa di Messina. Per il 22enne di La Ceja, due volte iridato su pista nell'omnium, è il terzo trionfo al Giro. Oltre che a Messina, aveva già esultato il terzo giorno a Cagliari (nella foto LaPresse - D'Alberto / Ferrari / Paolone / Spada in alto: l'arrivo. Nelle photobicicailotto sotto: Gaviria con la maglia ciclamino e Dumoulin ancora in maglia rosa).

Domani un altro arrivo per sprinter nella Reggio Emilia-Tortona (167 km), ma il colombiano in maglia ciclamino si è già preso lo scettro di velocista del Giro 100. Prosegue intanto il digiuno degli italiani: dodici tappe a secco, mai successo nella storia della corsa rosa. Tutti insieme i big di classifica. Dumoulin archivia una giornata tranquilla e conserva la maglia rosa in attesa delle grandi salite della terza settimana

LA TAPPA — Da Forlì a Reggio Emilia sono 229 km, la frazione più lunga del Giro 100. Con una novità: il passaggio dei "girini" in autostrada, 33 km lungo l'A1 "Panoramica", da Barberino del Mugello a Rioveggio, con il Valico Appenninico (gpm di terza categoria) in mezzo. Sulla strada verso la città del tricolore si omaggiano anche dei giganti del ciclismo come Ercole Baldini (olimpionico su strada, iridato, recordman dell'ora e re del Giro 1958), Arnaldo Pambianco (primo nel 1961, nel Giro dei cento anni dall'unità d'Italia) e il Leone del Mugello Gastone Nencini (vincitore del Giro 1957 e del Tour 1960).

La fuga parte nei primissimi chilometri, ne fanno parte il russo Sergey Firsanov (Gazprom-Rusvelo), Marco Marcato (Uae-Emirates) e Mirco Maestri. L'emiliano della Bardiani-Csf è l'ultimo a essere ripreso dal gruppo, a 7 km dalla fine. Nel finale, ci prova l'albanese Zhupa ad anticipare il gruppo, ma il suo tentativo viene presto riassorbito. In volata, Richeze pilota alla perfezione un Gaviria in formissima. Lo sprint bruciante del colombiano finisce in gloria.

Tappa12 GAVIRIACICLAMINO

Il vincitore di tappa, subito dopo l'arrivo, dichiara: "Ero un po' preoccupato quando il mio compagno Maximiliano Richeze ha forato, è un uomo importante per le volate. Mancava poco all'arrivo e andavamo molto veloce. Ma è riuscito a rientrare ed è andata bene. Non sono il velocista più forte del Giro, è André Greipel, lui ha molte più vittorie di me. Ma credo di essere il velocista più in forma e con le gambe migliori, grazie alla mia preparazione. E con questa sono tre vittorie."

La Maglia Rosa: "È stata una giornata positiva per me. Una tipica tappa per velocisti, anche se più veloce di quanto credessi. Gaviria sembra essere il miglior velocista qui al Giro, congratulazioni a lui. Spero che la giornata di domani sia simile a questa, tranquilla."

FONTE: www.gazzetta.it

12^ TAPPA

1. Fernando Gaviria (Col, Quick-Step) 229 km in 5h18'55"; 2. Mareczko 3. Bennett (Irl); 4. Bauhaus (Ger); 5. Richeze (Arg); 6. Gibbons (Saf); 7. Modolo; 8. Greipel (Ger); 9. Stuyven (Bel); 10. Ferrari.

Tappa12 MAGLIA ROSA

CLASSIFICA GENERALE

1. Tom Dumoulin (Ola, Sunweb) 52h41'08"; 2. Quintana (Col, Movistar) a 2'23"; 3. Mollema (Ola, Trek) a 2'38"; 4. Pinot (Fra, FDJ) a 2'40"; 5. Nibali a 2'47"; 6. Amador (C. Rica) a 3'05"; 7. Jungels (Lus) a 3'56"; 8. Pozzovivo a 3'59"; 9. Kangert (Est); 10. Zakarin (Rus) a 4'17".

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Tom Dumoulin (Team Sunweb)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Omar Fraile (Team Dimension Data)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Bob Jungels (Quick-Step Floors)

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 13 – Reggio Emilia - Tortona - 167 km - dislivello 100 m
Tappa assolutamente piatta. Si attraversa tutta la pianura Padana e nel finale dopo Casteggio si segue il tradizionale percorso della Milano-Sanremo. Si parte da Reggio Emilia in direzione di Cavriago e attraversato Montecchio Emilia si rientra nella statale n.9 “via Emilia” che si segue fino a Piacenza con un percorso sempre rettilineo. Dopo Piacenza si percorre praticamente fino all’arrivo la ex statale padana inferiore. Si attraversa tutta una serie di città toccate da molte tappe del Giro e nel finale dalla Milano Sanremo.

Ultimi km
Ultimi chilometri praticamente sempre rettilinei intervallati da alcune rotatorie. Ultima curva (sempre su rotatoria) a circa 500 m dall’arrivo, segue il rettilineo finale