13 Agosto Ago 2017 2016 6 days ago

CORSE STF: Nicola Conci conquista il 42° G.P. di Poggiana

Il 20enne alfiere della Zalf Euromobil Désirée Fior Pasta Zara anticipa l’australiano Storer e il russo Nych

Poggianapodio13agosto2017

Poggiana (TV) (13/8) - Il 20enne Nicola Conci (Zalf Euromobil Désirée Fior Pasta Zara) imprime il proprio sigillo sul 42° Gp Sportivi di Poggiana - 42° Trofeo Bonin Costruzioni - 7° Gp Pasta Zara. Il trentino di Pergine Valsugana (Tn) in forza alla Zalf Euromobil Désirée Fior dopo aver fatto la differenza in salita ha preceduto in uno sprint a ranghi ristretti i cinque compagni di fuga regolando nettamente l'australiano Michael Storer (Mitchelton Scott) e Artem Nych della Nazionale Russia (foto Scanferla).

L'australiano Storer, a segno sul traguardo trevigiano nel 2016, è stato l'ultimo a riaccodarsi - con ancora ottomila metri da pedalare - al quintetto forte altresì di Andrea Cacciotti (Hopplà Petroli Firenze), Matteo Fabbro (Cycling Team Friuli) e Aleksandr Vlasov (Viris Maserati) che, dopo 110 km dal via, ha dato vita all'azione decisiva in salita.

LA CRONACA - In 184 si sono presentati ai nastri di partenza per affrontare i 169,6 chilometri in programma per assegnare la 42^ edizione del Gran Premio Sportivi di Poggiana. Appena il tempo di abbassare la bandierina e il gruppo si è lanciato ad altissima velocità sul circuito cittadino iniziale affrontando la prima ora di gara ad oltre 49 km/h di media. Prima di dirigersi verso il primo GPM sul Mostaccin, a prendere il largo sono stati 14 fuggitivi: Rocchetti e Bevilacqua (Zalf), Camerin (Gaiaplast), Cervellera e Branchini (Palazzago), Oldani (Colpack), Gamper (Tirol), Orlandi e Bais (Team Friuli), Eremkin (Russia), Baseggio (Northwave), Jerman (ROG Ljubljana), Konychev (Viris) e Dotti (Hopplà).

Una volta riassorbiti tutti gli attaccanti della prima ora, nel circuito collinare di Monfumo si è aperta la bagarre che ha portato alla ribalta prima un quintetto composto da Battistella (Zalf), Garavaglia (Viris), Zanotto (Team Friuli), Colombo (Palazzago) e Yuri Colonna (Altopack) e quindi, a 60 chilometri dal traguardo i cinque mattatori di giornata.

Irresistibile per tutti il ritmo tenuto Nych (Russia), Vlasov (Viris), Conci (Zalf), Fabbro (Team Friuli) e Cacciotti (Hopplà) tranne che per l'australiano Michael Storer (Mitchelton Scott), bravo a mettersi tutto solo all'inseguimento dei battistrada riuscendo a raggiungerli a meno di 10 chilometri dall'arrivo.

Poggiana Conci13agosto2017

Il sestetto così composto ha viaggiato di comune accordo sino al triangolo rosso dell'ultimo chilometro quando a tentare l'allungo disperato è stato il russo Nych (Naz. Russia) che però non ha trovato fortuna: lo sprint a ranghi ristretti ha poi premiato Nicola Conci (Zalf), nettamente il più brillante e il più veloce in volata tra i migliori di giornata.

I COMMENTI DEI PROTAGONISTI - "Ci tenevo tanto a vincere," ha detto il trionfatore Nicola Conci. "L'anno scorso mi ero classificato undicesimo, oggi è andata bene. La mia squadra ha fatto un lavoro perfetto e i miei compagni hanno corso in maniera impeccabile, inserendosi in tutti i tentativi e animando la corsa. Quando mi sono trovato davanti, nella fuga a cinque, ho capito che ce l'avremmo potuta fare, anche se Australia e Colpack rappresentavano un'incognita. Nelle battute conclusive eravamo tutti stanchi e, per me, la possibilità di arrivare allo sprint era lo scenario migliore. Da uno a dieci, sono felice undici!"

Sorriso sulle labbra per il secondo classificato Michael Storer che, a proposito della lunga rincorsa ha spiegato: "Non c'era altro da fare, perchè la fuga stava guadagnando terreno e, quindi, se volevo provare a giocarmi le mie carte dovevo riprenderla. All'inizio sono andato via con Rocchetti, poi ho continuato da solo riuscendo a riportarmi sui battistrada. Questa è una gara molto dura e, alla fine, sono tutti stanchi," ha aggiunto a proposito della volata che ha assegnato i piazzamenti più prestigiosi. "Quando ho visto che l'arrivo era lì, vicinissimo, non ho pensato alla fatica fatta. Non era possibile battere Conci: la mia volata, forse, avrebbe potuto essere migliore, ma lui era più forte!"

Felicità anche nelle parole del terzo classificato, il 22 siberiano di Kemerovo Artem Nych: "Sono molto contento di questo risultato. Sono arrivato qui anche per saggiare la condizione in vista del Tour de l'Avenir e il risultato è stato più che incoraggiante!"

Estremamente soddisfatto il presidente dell'Uc Asolo Bike Poggiana, Giampietro Bonin: "Sono felice di aver visto anche oggi un pubblico numeroso in festa lungo le nostre strade e i migliori under 23 darsi battaglia. Italiani e stranieri hanno onorato nel migliore dei modi la corsa: voglio ringraziare tutte le istituzioni, gli sponsor, i volontari e i collaboratori che ci hanno consentito di realizzare tutto questo. Poggiana si conferma una terra felice per il ciclismo dove le due ruote fanno parte del patrimonio culturale della nostra gente. Grazie a tutti e appuntamento al prossimo anno per un'altra giornata di grande ciclismo".


ORDINE D'ARRIVO
1. Nicola Conci (Zalf Euromobil Désirée Fior) Km. 169,6 in 4h10'53", media 40,561
2. Michael Storer (Mitchelton Scott)
3. Artem Nych (Nazionale Russia)
4. Aleksandr Vlasov (Viris Maserati)
5. Matteo Fabbro (Cycling Team Friuli)
6. Andrea Cacciotti (Hopplà Petroli Firenze)
7. Ethan Hayter (Gran Bretagna) a 45"
8. Giacomo Garavaglia (Viris Maserati)
9. Alessandro Fedeli (Colpack)
10. Aleksandr Riabushenko (Palazzago)