18 Maggio Mag 2014 0200 4 years ago

ELITE/U23: Alex Turrin fa tris nel G.P. Città di Empoli

Strada

Strada news
Il corridore della Mastromarco Sensi Dover ha regolato nove compagni di fuga – Sul podio Simone Velasco (Zalf Euromobil désirée Fior) e Stanislau Bazhkou (G.A.P. Fiscal Office)

Empoli (17/5) - Uno straordinario Alex Turrin sorretto soprattutto in questo periodo da una forma smagliante, ha vinto anche il 36° Gran Premio Città di Empoli concedendosi la terza vittoria nel giro di 13 giorni. Sul traguardo di Piazza Matteotti a Empoli, ha regolato i 9 compagni di fuga con i quali si è portato in testa alla corsa a circa 20 Km dall’arrivo dopo la salita di Castra-Pinone lungo la quale ha fatto il diavolo a quattro Brundo.
Ai posti d’onore dietro a un Turrin formidabile, il talento Velasco, autore di un’altra prova maiuscola, volitiva e grintosa, quindi Bazhhou e quel Krivosheev che ha fatto di tutto pur di offrire il successo alla società Maltinti Lampadari Banca di Cambiano, splendida organizzatrice della corsa e già secondo nel 2013 quando fu battuto in volata da Luca Benedetti.
Quella di quest’anno è stata anche una delle edizioni più belle sia per numero di atleti al via (170 di 28 società) che per qualità dei suoi partecipanti. Turrin è apparso a tratti irresistibile nell’esprimere la sua attuale condizione atletica; Velasco una conferma da un giovane che è più di una promessa, mentre tutti e dieci coloro che si sono contesi in volata il successo meritano un elogio perché dalla salita di Castra in poi sono stati artefici principali. Brundo in salita è scattato tre volte prima di vincere il gran premio della montagna con Turrin, Velasco e gli altri a ridosso, e quando i dieci si sono raggruppati davanti si è visto che la corsa era ormai decisa. Molto attivi anche Tintori e Pinaglia, sempre brillanti Brovelli e Van Luijk e tra i migliori Delle Foglie e Bazhkou possente nei suoi affondi.
In precedenza la corsa aveva fatto registrare una fuga di sette corridori nella parte centrale protagonisti Ulivieri, Mantelli, Cappelli, Basso, Cianetti, Moggio, Borella con un vantaggio massimo di 50”, ma in pratica ai piedi della collina del Montalbano a 30 Km dal traguardo il gruppo era compatto e sono iniziate le scintille proponendo un finale di corsa interessante ed alla fine un vincitore superbo che ha dato la sesta vittoria alla società di Mastromarco.

Antonio Mannori

Ordine di arrivo: 1. Alex Turrin (Mastromarco Sensi Dover) Km. 132 in 3h09’, media 42,432; 2. Simone Velasco (Zalf Euromobil désirée Fior); 3. Stanislau Bazhkou (G.A.P. Fiscal Office); 4. Evgenii Krivosheev (Maltinti Banca Cambiano); 5, Thomas Pinaglia (Gragnano Gesam); 6. Brundo; 7. Delle Foglie; 8. Van Luijk; 9. Brovelli; 10. Tintori.