2 Luglio Lug 2014 0200 4 years ago

CORSE STF: Marco Tizza illumina il Trofeo Città di Brescia

Strada

Strada news
Primo successo del milanese in forza alla M.I. Impianti, che mette in fila la coppia Zalf formata da Gianluca Milani e Andrea Toniatti

Brescia (BS) (1/7) – Sprint sontuoso di Marco Tizza, milanese della M.I. Impianti, nel 18° Trofeo Città di Brescia, classica nazionale in notturna per la categoria Elite e Under 23 disputata ieri sera sul circuito del Castello di Brescia. Tizza, già in evidenza domenica scorsa al Campionato Italiano di Sora, ha confermato l’ottimo momento di forma battendo in volata Gianluca Milani e Andrea Toniatti entrambi portacolori della Zalf Euromobil désirée Fior (nelle foto Soncini la volata e il podio). Già dal primo giro nasce una fuga a quattro destinata a dominare buona parte della competizione. Allungano al comando Giacomo Berlato (Zalf-Fior), Alessandro Riccardi (Vega-Hotsand), Jacopo Mosca (Viris Maserati) e Daniele Cazzola (Cycling Team Friuli). L’accordo tra i componenti del quartetto è ottimo e il divario si dilata nel corso dei chilometri.
Poi il gruppo si organizza e inizia a recuperare terreno. A meno 11 giri dal termine, getta la spugna Cazzola e restano solo in tre al a condurre. Dietro, all’inseguimento, sono segnalati i bergamaschi Paolo Bianchini (Delio Gallina) e Giacomo Mossali (Podenzano).
Restano poi soli Berlato e Mosca al comando. I due a meno 5 giro dal termine conservano una quarantina di secondi sul gruppo dei migliori.
A meno 3 giri dall’arrivo, in 32 unità riescono ad agganciare i due di testa. Parte però subito al contrattacco il bresciamo Damiano Cima del Team Colpack e con lui uno stoico Giacomo Berlato che non si arrende e si rilancia in avanscoperta. Ma la situazione tra i 34 al comando è molto fluida e si susseguono numerosi attacchi. Allungano il bresciano Nicola Gaffurini (Vega) e in seconda battuta il veneto Enrico Salvador della Zalf. Poi rientrano altri corridori e diventano una cinquantina al comando. Sotto l’impulso di Davide Gabburro (Delio Gallina), allunga un nuovo gruppetto, ma è un fuoco di paglia.
A meno due giri dalla conclusione si muove uno dei ragazzi più attesi dagli sportivi bresciani. Allunga il beniamino di casa Alessandro Tonelli (Zalf-Fior) che si rende protagonista di una bellissima azione. Al suono della campana Tonelli conserva soli 8 secondi su un primo drappello di quattro immediati inseguitori e culla il sogno vittoria fino a poco prima
dell’ultima salita quando il gruppo dei migliori lo va a riprendere.
Si decide tutto nella volata finale verso il Castello di Brescia e gli uomini della Zalf, che hanno fatto la corsa nel finale, sono sorpresi da uno straordinario Marco Tizza, 22enne di Nova Milanese, che con uno sprint poderoso vince la sua prima corsa tra i dilettanti: “Stavo bene anche all’Italiano, l’ho persa agli ultimi tre chilometri per una foratura, oggi stavo benissimo e sono molto contento di questa vittoria. La aspettavo da tanto tempo, è la mia prima tra i dilettanti e la dedico alla squadra, alla famiglia e a tutti coloro che mi vogliono bene”.

Giorgio Torre (www.bicibg.it)

Ordine d'arrivo: 1. Marco Tizza (MI Impianti Remer Guerciotti) Km. 121,8 in 2h57’00”, media 41,288; 2. Gianluca Milani (Zalf Euromobil désirée Fior); 3. Andrea Toniatti (Zalf Euromobil désirée Fior); 4. Stefano Perego (Viris Maserati); 5. Michele Viola (GFFD Altopack); 6. Oliviero Troia (Colpack); 7. Nicola Gaffurini (Vega Hotsand); 8. Alfio Locatelli (Viris Maserati); 9. Sven Van Luijk (Monviso Venezia); 10. Diego Brasi (Palazzago).