13 Giugno Giu 2015 1659 3 years ago

ELITE/U23: Minali e Consonni da Formula uno a Monza

Il duo Colpack ha messo in fila il gruppo nel volatone finale, al terzo posto Michele Zanon (Cyberteam Breganze Group)

Podio Monza2015

Monza (MB) (13/12) - Classica conclusione con uno sprint a ranghi compatti e la firma di un tandem di velocisti di grosso spessore come Riccardo Minali e Simone Consonni, entrambi in livrea “Team Colpack”, che si piazzano nell’ordine dopo una gara combattutissima e gareggiata sempre sul filo dei 50 kmh.

E non poteva essere che così visto che la gara è la classicissima Medaglia D’Oro Città di Monza, giunta all’83° edizione e valida anche per l’assegnazione del 38° Trofeo Angelo Schiatti a.m, la 19^ M.O. Ginetta Schiatti a.m., l’11° Memorial Luigi Ratti e il 6° Memorial Isaia Steffano.

Il tutto nel contesto del 40° Festival dello Sport su di uno spettacolare circuito interamente tracciato sulla pista dell’Autodromo Nazionale di Monza, anello di km. 5,8 ripetuto 25 volte per un totale di km. 144,800 per i 170 corridori schieratisi al via in rappresentanza di 23 squadre.

I primi 30 chilometri vengono percorsi ad altissima velocità, ma sempre a ranghi compatti, poi il primo vero tentativo di fuga operato da un plotone di 16 corridori, Mosca, Perego e Moschetti (Viris); Maestri,Baron e Modena (Generalstore); De Marchi e Ghezzo (Cyberteam); Meris e Galdoune (Colpack); Vecchio, Toffali e Rupiani, (Zalf); Morzenti (Gavardo), Eros Colombo (Named) e Montobbio (Delio Gallina) che consolideranno il loro vantaggio in circa 45” sugli immediati inseguitori prima di essere raggiunti. Plotone compatto all’incirca al 60° chilometro e, al passaggio sulla linea del traguardo a metà corsa, una borraccia colpisce in pieno volto Francesco Solina (Monviso Venezia) che cade rovinosamente coinvolgendo senza colpa alcuna anche Gallio (Cyberteam) e Gamba (Gavardo) che sono costretti al ritiro dopo essere stati prontamente assistiti dal servizio sanitario al seguito della corsa.

Continuano i tentativi di fuga con protagonisti Carmelo Foti (Viris) e Mattia Giovanni Pastorino (Delio Gallina), raggiunti dopo qualche chilometro. Al successivo passaggio sotto il traguardo è Castegnaro (Palazzago) ad aggiudicarsi il traguardo volante seguito a ruota da Savignano (Zalf), Brian Colombo (Pedale Brianteo) e, allungatissimo, da tutto il gruppo.

Ma il piemontese Carlo Franco non ci sta e promuove un attacco trovando subito adesione in Rocchetti (Zalf), Lizde (Colpack), Marengo (Generalstore), l’azzurro Ganna e Vigilante (Viris). Anche questo tentativo viene stoppato dal gruppo che è sempre molto consistente.

Intanto, Michele Castelli, uomo di Alberto Saronni, DS dell’UC Pregnana vince il TV con Nicholas Filippone (Gerbi) che rilancia e tenta a sua volta l’affondo e trova collaborazione in Jacopo Mosca (Viris) ma, anche questa volta, la forte reazione del gruppo inseguitore spegne ogni velleità di fuga.

All’arrivo mancano soltanto tre giri e al penultimo TV di giornata è Alessandro Savignano (Zalf) ad imporsi e conquistare definitivamente la leadership nella classifica generale dei traguardi volanti.

Ma Carmelo Foti è un “cavallo di razza”, non è mai domo e, lancia ancora un affondo ma, solo contro tutti, deve ben presto alzare bandiera bianca e passare il testimone nelle mani dei “treni” delle ruote veloci che non si lasciano scappare l’invito. Sopratutto il Team Colpack, che brinda con due corridori sui primi due gradini del podio, rispettivamente Riccardo Minali e Simone Consonni. Al terzo posto Michele Zanon del Cyberteam Breganze Group (nella foto Soncini il podio).

Infine, un caloroso augurio al grande ex Giorgio Albani, Presidente della Società organizzatrice della gara e per la prima volta in 50 anni, assente alla “Sua Corsa” per motivi di salute.

Tutto il mondo del ciclismo si unisce nell’augurare al grande Giorgio una pronta guarigione e ritornare presto in gruppo con tutti noi : Forza Giorgio! Coraggio e Avanti!

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1. Riccardo Minali (Team Colpack) km. 144,8 in 3h00’38” media kmh. 48,097; 2. Simone Consonni (Team Colpack); 3. Michele Zanon (Cyberteam Breganze Group ); 4. Niko Colonna (Team Palazzago Fenice); 5. Mirco Maestri (General Store-bottoli-Zardini); 6. Luca Pacioni (Viris Maserati-Sisal-Chiaravalli); 7. Giovanni Lonardi (General Store-bottoli-Zardini); 8. Michael Zanetti (Team Palazzago Fenice); 9. Filippo Tagliani (Gallina-Colosio-Eurofeed); 10. Federico Burchio (Lions Cycling Team).