21 Giugno Giu 2015 2343 3 years ago

ELITE/U23: Roberto Giacobazzi rompe il ghiaccio a Brugnera

Finale perfetto per il modenese del Cycling Team Friuli, che dedica la vittoria ad Andrea Carolo – Sul podio Seid Lizde (Colpack) e Gianluca Milani (Zalf Euromobil désirée Fior)

Brugnera2015

Brugnera (PN) (21/6) - La prima attesa e sospirata affermazione del 2015 per il Cycling Team Friuli è arrivata. A regalare la gioia più grande di questa prima parte di stagione allo staff del presidente Roberto Bressan è stato il 24enne modenese di Pavullo nel Frignano, Roberto Giacobazzi che con un colpo di mano si è aggiudicato il Memorial Gianni Biz andato in scena a Brugnera (Pn).

LA CORSA - A decidere le sorti della gara friulana che chiudeva la Tre Giorni Ciclistica di Brugnera è stata l'azione di 20 atleti nata dopo una quarantina di chilometri dal via che comprendeva tra gli altri anche Mattia De Marchi, Roberto Giacobazzi e Simone Viero.

Il folto drappello dei battistrada, dopo aver superato le cinque scalate alla salita del Castello di Caneva tenendo sempre a distanza di sicurezza il gruppo inseguitore, si è spezzato nel tratto pianeggiante che riportava la carovana sul traguardo di Brugnera. E' così che è nata l'azione degli otto atleti tra cui figuravano Mattia De Marchi e Roberto Giacobazzi che sono andati a giocarsi il successo finale: quando lo sprint a ranghi ridotti sembrava ormai la soluzione più scontata, è stato proprio Giacobazzi ad inventare il colpo a sorpresa. Il ragazzo diretto dai ds Renzo Boscolo e Michele Tittonel, infatti, ha piazzato un allungo deciso a poco più di tre chilometri dal traguardo: il suo passo brillante e il gran lavoro da stopper svolto alle sue spalle da De Marchi, ha permesso all'alfiere in maglia bianco-nera di guadagnare, nel volgere di poche pedalate, quella mancia ta di secondi di vantaggio che gli sono stati sufficienti per giungere sin sul traguardo e cogliere a braccia alzate il primo meritato successo stagionale. Nella volata dei più immediati inseguitori, Mattia De Marchi ha completato il capolavoro chiudendo in sesta piazza.

LA DEDICA - Una soddisfazione indescrivibile, quella regalata da Roberto Giacobazzi all'intero team friulano a cui sono seguiti alcuni momenti di grande commozione quando lo stesso Giacobazzi, dal palco delle premiazioni, ha voluto dedicare il successo al compagno di squadra, Andrea Carolo, prematuramente scomparso in primavera. "Andrea è nel cuore di tutti noi. E' da tanto che volevamo dedicargli una vittoria. Finalmente ci siamo riusciti, sono sicuro che lui oggi da lassù ha fatto il tifo per noi" ha ricordato Roberto Giacobazzi facendo scattare, spontaneo, l'applauso dell'intero pubblico di Brugnera.

Emozionato e soddisfatto anche il ds Renzo Boscolo che parla di un successo annunciato: "Al Tour of Malopolska avevo visto che i nostri ragazzi erano pimpanti e sapevamo che la condizione fisica maturata in Polonia avrebbe potuto dare i propri frutti in gare lunghe ed impegnative come questa di oggi - ha spiegato Boscolo, che ha aggiunto -. Tutta la squadra anche oggi si è mossa molto bene: nel finale di gara De Marchi e Giacobazzi sono stati perfetti. Nel gruppetto di testa c'erano diversi atleti veloci, l'unica soluzione era quella di provare ad anticipare lo sprint. Così abbiamo fatto e il risultato ci ha dato ragione. Questa è una vittoria fondamentale nel cammino di crescita dell'intera squadra: ci dà morale e convinzione nei nostri mezzi, ora che abbiamo rotto il ghiaccio faremo di tutto per ripeterci presto".



ORDINE D’ARRIVO
1. Roberto Giacobazzi (Cycling Team Friuli) Km. 177,6 in 4h01'53", media 44,054
2. Seid Lizde (Colpack)
3. Gianluca Milani (Zalf Euromobil Désirée Fior)
4. Davide Gabburo (General Store bottoli Zardini)
5. Nicola Gaffurini (MG K Vis Vega)
6. Mattia De Marchi (Cycling Team Friuli)
7. Matteo Marcolin (Us Fracor Semetica Sphera)
8. Nicola Toffali (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 7"
9. Simone Consonni (Colpack) a 3'00"
10. Gianni Moscon (Zalf Euromobil Désirée Fior)