13 Agosto Ago 2015 1944 3 years ago

ELITE U23: Trosino sotto il diluvio a Labro

Il Mem. Filippo Micheli era valido anche quale campionato regionale Lazio U21 e U23; titoli vinti rispettivamente da Alberto Stinchelli e Luca Quattrini.

I CAMPIONI REGIONALI FCI LAZIO U21 E U23

Labro (Ri) (8/8) - Il toscano Mirco Trosino, nel finale di gara con una azione devastante si aggiudica la storica corsa dedicata alla memoria del grande statista italiano on.le Filippo Micheli, dopo aver seminato gli avversari lungo la famosa e selettiva rampa finale di Labro. Una vittoria che porta la firma di tutta di squadra della Mastromarco Sensi Dover Nibali, testimoniato dal secondo posto di Alex Turrin e da uno splendido Rocco Fuggiano che ha lanciato i suoi capitani. Terza piazza ad Alberto Marengo della Gallina Colosio Eurofeed. La classica del ciclismo reatino in questa edizione è stata valida quale prova unica di Campionato Regionale Strada Fci Lazio Under 21 e 23 ha visto trionfare Alberto Stinchelli (Under 21) e Luca Quattrini (Under 23) entrambi in forza alla Asd Time Bike - Todis Rieti della dinamica Presidente Stefania Manfredini.

Il Memorial On.le Filippo Micheli ha registrato un'ottima partecipazione testimoniata da numerosi e qualificati atleti. A seguire la diretta della corsa, un festoso ed entusiasta cornice di pubblico spalmato lungo il percorso di gara.

Dopo il via il gruppo inizia la corsa a forte andatura, propiziando la prima fuga della giornata, che ha illuminato la prima parte di corsa. protagonisti sei uomini: Mattia Bucci e Roberto Burbi (Acqua e Sapone - Team Mocaiana), Francesco Delle Donne (Gallina Colosio Eurofeed), Lorenzo Andolfo (Gragnano Sporting Club), Alessandro Brunetti e Andrea Previtera (U.C. Pistoiese). In una prima fase il gruppo non ha concesso spazio, i battistrada viaggiavano con un spazio tempo di 15’ di vantaggio. Poi all'ingresso del circuito di Rivodutri l'azione dei 6 ha raggiunto il vantaggio massimo di 2’10” . Ci hanno provato in tanti ad inserirsi nella fuga, ma il gruppo si è organizzato e sulla spinta della Vejus Tmf Cicli Magnum ha iniziato a tenere sotto controllo il vantaggio dei 6 uomini al comando. Prima ora di corsa media di 44,500 km/ h. Al Km. 50,00 il gruppo di testa, si divide in due tronconi. Al comando rimangono Bucci, Delle Donne e Burbi, con Andolfo, Brunetti e Previtera che perdono vistosamente la ruota. Al 60 di gara, se ne va da solo Mattia Bucci dell'Acqua e Sapone - Team Mocaiana ad inseguire rimangono Delle Donne e Burbi a 15” e il gruppo a 1’05”. La corsa uscita dal circuito di Rivodutri con Bucci da solo ed il gruppo con Vejus, Gragnano e Gallina Colosio a guidare l'inseguimento a 50” di ritardo dai fuggitivi.

Viene ripreso Bucci e salgono in cattedra due atleti primo anno under 23: Michele Corradini della Mastromarco Dover Sensi Nibali e Giacomo Giuliani della Team Vpm Distribuzione di Porto Sant'Elpidio. La loro azione viene premiata da un vantaggio di circa 20”. La loro iniziativa molto spettacolare infiamma l’entusiasmo dei cittadini di Colli sul Velino con il Sindaco Micanti in “ primis “ ad applaudire. Dopo un iniziale e solare pomeriggio, le condizioni di stabilità meteo, iniziano a peggiorare e si scatena sulla corsa una tempesta di vento e di pioggia che colpisce la zona arrivo di Labro e poi invade anche il circuito dei Colli sul Velino. Nel frattempo Corradini e Giuliani vengono riassorbiti dal gruppo. A km. 80,00 (secondo giro del circuito ), si defilano Leonardo Tortomasi (G.S. Maltinti - Banca di Cambiano), Alessandro Riccardi (Gallina Colosio Eurofeed) Devid Tintori (Gragnano Sporting Club), questa azione, ha il merito di selezionare ulteriormente il gruppo. Dietro ad inseguire i battistrada si organizza un gruppetto di 11 corridori con 20” di ritardo a seguire il gruppo a 40”. Intanto le condizioni meteo peggiorano ulteriormente, per garantire la massima sicurezza agli atleti. gli organizzatori in concertazione con la direzione di corsa ed il collegio di giuria decidono di togliere 2 giri del circuito dei Colli sul Velino. Si procede sotto le ire di Giove Pluvio e all’inseguimento dei fuggitivi, si porta un gruppetto di 14 corridori.

Vengono ripresi i tre battistrada Tortomasi, Riccardi e Tintori. Intanto la corsa si prepara ad affrontare la selettiva asperità di Labro ( Km. 4,500 ), ultima difficoltà per i corridori prima di concludere l’impegnativa performance. Primo accenno di evasione ad alto ritmo è propiziato dal tunisino Maher Tounsi della Gallina Colosio Eurofeed, ma sono gli uomini della Mastromarco con Rocco Fuggiano a prendere le redini della corsa. Nota di merito: Fuggiano 1° anno Under/23. L’anno scorso ha vinto 6 corse da Juniores ed ha partecipato ai Campionati Mondiali di Ponferrada. La potente azione di Fuggiano agevola fortemente Trosino di trovare l'attimo giusto e di involarsi verso il traguardo conquistando la seconda vittoria stagionale, alle sue spalle conclude il compagno di squadra Alex Turrin a seguire Alberto Marengo della Gallina Colosio Eurofeed che completa il podio.

Grande festa per la Mastromarco, ma entusiasmo alle stelle anche in casa Time Bike Todis Rieti con i due titoli regionali Lazio conquistati con merito da Alberto Stinchelli (Under 21) e Luca Quattrini (Under 23). E’ stato un bel pomeriggio di sport malgrado Giove Pluvio. Il ciclismo del futuro italiano che verrà ha onorato tra gli applausi del pubblico. lo spettacolo e la memoria del grande statista Italiano reatino On.le Filippo Micheli.

Giovanni Maialetti

Ordine di Arrivo

1. Mirko Trosino (G.S. Mastromarco Dover Sensi Nibali) 102 Km in 02:40:00 Media 38,250 Km/h
2. Alex Turrin (G.S. Mastromarco Dover Sensi Nibali)
3. Alberto Marengo (Gallina Colosio Eurofeed)
4. Devid Tintori (Gragnano Sporting Club)
5. Leonardo Tortomasi (G.S. Maltinti - Banca di Cambiano)
6. Alberto Finocchi (U.C. Pistoiese)
7. Rocco Antonio Fuggiano (G.S. Mastromarco Dover Sensi Nibali)
8. Manuel Ciucci (G.S. Maltinti - Banca di Cambiano)
9. Maher Tounsi (Tun - Gallina Colosio Eurofeed)
10. Filippo Castaldo (Vejus - Tmf - Cicli Magnum)