14 Dicembre Dic 2018 1939 one month ago

La “Cenataccia” con le Staffette della Capannolese

Festeggiate a Capannoli le nozze d’argento del gruppo pisano

Capannolese Staffetta

Capannoli (PI) - Un locale nella zona artigianale di Capannoli, nella piana tra Peccioli e Ponsacco, una decina di tavoli imbanditi e portate squisite. Salumi toscani, crostini, le penne al sugo, l’ottima porchetta di Peccioli, il tutto accompagnato da un buon vino della zona. Questa la “Cenataccia” come viene definita dai suoi organizzatori.

Alla fine il dolce ed il brindisi finale ai 25 anni di attività del Gruppo Staffette Capannolese, con gli auguri di rito per le imminenti festività natalizie. Così il gruppo pisano presieduto da Stefano Casalini, ha organizzato il tradizionale e semplice ritrovo di fine stagione con gli amici.

C’erano gli attuali 32 tesserati del Gruppo Staffette Capannolese (quando nacque nel 1993 erano in sei), il presidente del Comitato Regionale Toscana di ciclismo Giacomo Bacci, mentre tra gli amici convenuti Germelli, Barone, Pagni, Cecconi, Biasci, Cecchi, Ieri, Guidi, Ciampi, Sgrò, Castagnoli e qualche altro ancora. Una sessantina le gare ciclistiche nelle quali hanno svolto servizio di scorta tecnica i motociclisti del Gruppo Capannolese, che è stato attivamente impegnato con l’organizzazione di due gare amatoriali ed un raduno, oltre ad altre iniziative come quella di solidarietà ai comuni di Vicopisano e Calci, con una donazione per gli interventi sul territorio dopo il disastroso incendio nella zona del Monte Serra.

Il Gruppo ha preso parte anche alla giornata di beneficenza collaborando con la Vespa Club di Pontedera per la manifestazione “In Vespa sul Monte Serra” oltre a garantire la scorta all’evento Assisi-Amatrice. Promosse inoltre in passato riunioni e corsi per una corretta educazione stradale, iniziativa che sarà sicuramente ripetuta anche in futuro.

In seno al gruppo anche una squadra di bikers che ha preso parte alle gare di mountain bike, ed ulteriore conferma della dinamicità del gruppo. Qualche curiosità infine. Con la fine della stagione 2018 ha chiuso la propria attività Giovanni Baroni che ha raggiunto i 70 anni (per lui un applauso particolare durante la serata); il tesserato più giovane il trentaquattrenne Luca Mattolini, quello più anziano in attività Napoleone Bertocco. Un gruppo affiatato ed unito, presieduto da Stefano Casalini, al quale va la gratitudine per il lavoro svolto in questo quarto di secolo, pronto a continuare il proprio lavoro al servizio del ciclismo.

Antonio Mannori