15 Agosto Ago 2019 1837 7 days ago

ELITE/U23: Al serbo Stojnic la classica di Ferragosto

Ha vinto la 73^ Firenze-Viareggio anticipando la volata del gruppo fuggitivi

Firenzeviareggio Arrivo

Viareggio (15/08) - Si è decisa all’ultimo chilometro la 73^ Firenze-Viareggio la classica per élite under 23. A vincerla il ventenne serbo Veljko Stojnic che indossa la maglia del Team Franco Ballerini, schizzato via dal gruppo dei 24 battistrada che orami si studiavano su come impostare la volata.

Stojnic, reduce dai Campionati Europei in Olanda, in ottima forma e nonostante un salto di catena, ha risposto all’ennesimo allungo di Marchesini che ha provato per la quarta volta, guadagnando lungo le vie di Viareggio prima di immettersi sul maestoso lungomare della Versilia, una cinquantina di metri dei quali ne ha conservati meno della metà, sufficienti per ottenere la prima vittoria personale della stagione e per il team che porta il nome di Franco Ballerini. Un successo ineccepibile che premia coraggio, tempismo e forza di Stojnic sul piano individuale, ma che è anche un bel successo di squadra con il terzo posto del fiorentino Allori, ancora brillante.

La compagine guidata da direttori sportivi Bardelli, Quartani e Niccolai, ha saputo sapientemente sfruttare e capitalizzare al massino il lavoro di altre formazioni (Casillo Maserati, Mastromarco Sensi Nibali e Pol. Tripetetolo su tutte) e grazie all’acume tattico dimostrato ha colto la prestigiosa vittoria.

“E’ la più bella ed importante della mia carriera – ha detto il vincitore – ringrazio i compagni di squadra i direttori sportivi, gli sportivi e la famiglia Iacchi che mi ospita a Rufina in Provincia di Firenze. Sapevo di attraversare un buon periodo, ho provato e questa volta mi è andata bene”.

Per il Ds Bardelli dopo il terzo posto con Montagnoli e quello con Della Foglie nelle ultime due precedenti edizione, finalmente il successo in una gara che anche Franco Ballerini in maglia Magniflex disputò varie volte.

Ai posti d’onore Colonna e Allori. Il pistoiese della Casillo Maserati ha avuto un gesto di stizza nel vincere la volata del gruppo, riconoscendo peraltro il merito del successo del ventenne atleta serbo, bravo e intelligente. Allori continua a pedalare e salire sul podio, in attesa di raggiungere quello più alto. Bravo Rotondi, il laziale del Team Cinelli e conferma di Pesci, mentre nei primi dieci troviamo altri atleti considerati tra i principali favoriti della corsa che quest’anno ha avuto un andamento insolito e sicuramente è stata meno combattuta del solito.

In 128 al via di 21 squadre e fuga dopo pochi chilometri di Nencini e Fantoni. Per loro massimo vantaggio di 5 minuti dopo 40 Km, mentre sulla Montagna Pistoiese è iniziata la rimonta del gruppo. Nencini ha vinto il gran premio della montagna (Prunetta e Oppio) mentre per l’intera carovana un momento di grande commozione quando la corsa è transitata al chilometro 91 nel luogo dove Michael Antonelli l’anno scorso fu protagonista del fuori strada con conseguenze gravissime per lui. Il gruppo vi è transitato compatto e lo sguardo di tutti è stato verso la scarpata sottostante.

Poi tutti assieme fino a 20 Km dal traguardo quando la salita di Monte Pitoro ha ridotto il numero del gruppo fino a 24 unità, quelli che sembravano destinate alla volata e dopo i tentativi senza successo, di Bertola, Tortomasi, Marcellusi, Marchesini, Longhitano, Allori, Corradini. Il via alla gara dal Torrino di Piazza Torquato Tasso nel Rione di San Frediano a Firenze da parte dell’assessore allo sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione, presente anche l’assessore Cecilia Del Re.

Al traguardo l’assessore allo sport di Viareggio Sandra Mei, i dirigenti nazionali del ciclismo Lodi e Ciucci, il presidente regionale Bacci. Per i primi quattro classificati infine controllo antidoping al termine della gara, organizzata dall’A.S. Aurora del presidente Giampaolo Ristori e sotto l’aspetto tecnico dall’Ocip di Pistoia, presieduta da Alessandro Becherucci (foto di Roberto Fruzzetti).

Antonio Mannori

ORDINE DI ARRIVO: 1. Veljko Stojnic (Team Franco Ballerini Albion) Km 178,5, in 4h17’22”, media 41,614; 2. Yuri Colonna (Casillo Maserati); 3. Manuel Allori (Team Franco Ballerini Albion); 4. Matteo Rotondi (Team Cinelli); 5. Manuel Pesci (Team Malmantile La Seggiola); 6. Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali TLC); 7. Michele Corradini (Team Fortebraccio); 8. Leonardo Tortomasi (Pol. Tripetetolo-Pitti Shoes); 9. Francesco Baldi (Overall Tre Colli); 10. Lorenzo Friscia (Gragnano Sporting Club Caselli).