23 Febbraio Feb 2020 0711 one month ago

Nazionale Elite e U23 - Poderoso sprint di Zanoncello nella San Geo

Il portacolori della Zalf Euromobil Desirée Fior battezza la nuova stagione con il successo nella 96^ Coppa San Geo - 50° Trofeo Caduti di Soprazocco.

 MG 0167 22 02 2020 San Vito Di Bedizzole Bs 01 Coppa San Geo Vince Enrico Zanoncello Photo Credits Photobicicailotto

SAN VITO DI BEDIZZOLE (BS) - Con un poderoso sprint sul rettilineo in leggera ascesa di San Vito di Bedizzole, il veronese Enrico Zanoncello (Zalf Euromobil Desirée Fior) battezza la nuova stagione subito con una bella e importante vittoria nella 96/a Coppa San Geo – 50° Trofeo Caduti di Soprazocco. Battuti Filippo Bertone (Iseo Rime Carnovali) e Francesco Di Felice (Sangemini-Trevigiani).

Spettacolare il comportamento lungo tutti i 157 chilometri di gara dei ragazzi della Zalf Euromobil Désirée Fior, diretti nell'occasione da Ilario Contessa, che hanno saputo controllare ogni tentativo di fuga, prima inserendo Yuri Colonna e Stefano Gandin nell'azione a 19 che ha caratterizzato la prima parte di gara, e poi chiudendo su ogni tentativo di allungo sin sul rettifilo d'arrivo dove Zanoncello ha dato il meglio di sé.
"Non pensavo di essere così brillante sin dalla prima gara anche se con il passare dei chilometri sentivo di stare molto bene. I miei compagni hanno fatto un lavoro impeccabile nel controllare ogni fuga e sono felice di averli ripagati con questa prima vittoria" ha spiegato dopo il traguardo un Enrico Zanoncello evidentemente felice. "Il treno è stato perfetto e mi ha portato sino agli ultimi 200 metri: quando ho visto lo striscione d'arrivo ho pensato solo a scaricare tutte le energie sui pedali e nessuno è riuscito più a rimontarmi. Questa vittoria è dedicata ai ragazzi di questa fantastica famiglia con cui ci siamo divertiti in allenamento in questi mesi e oggi abbiamo regalato spettacolo e centrato un successo memorabile" ha concluso Zanoncello.
Uno splendido sole ha fatto da cornice alla presentazione delle squadre e alla partenza della 96^ edizione della corsa d’apertura del ciclismo del ciclismo dilettantistico internazionale. Quando il presidente nazionale della federciclo Renato Di Rocco ha abbassato la bandierina a scacchi insieme a Ettore Prandini (presidente Coldiretti) e Nicoletta Maestri (sindaco Calcinato), sono stati 175 i concorrenti scattati in perfetto orario a caccia del prestigioso successo. Poco dopo il via sono all’attacco diciannove corridori, nella fattispecie Bertone, McKibben, Nessler, Aimonetto, Gandin, Szollosi, Smarzaro, Simone Piccolo, Motti, Double, Colonna, Belleri, Bonaldo, Cervellara, Lucca, Belloni, Thomsen, Grendene, Vacek. Al trentesimo chilometro di corsa il drappello è transitato con 50” di vantaggio sul gruppo, che non si preoccupava di organizzare l’inseguimento, anche perché erano numerosi i team rappresentati nel gruppo di testa. Poco più avanti Nessler accusava una foratura e veniva riassorbito dal gruppo. Nell’attraversamento di Calcinato i fuggitivi transitavano con 55” di vantaggio. Intanto si alzava un leggero vento da nord-est che però non ha infastidito i corridori. Un folto pubblico ha fatti ala passaggio dei corridori lungo il circuito affrontato nell’entroterra morenico del lago di Garda. A poche centinaia di metri dal primo passaggio a San Vito di Bedizzole il gruppo riduceva a 40”il distacco dai battistrada. Nel corso del secondo giro dei sette conclusivi il gruppo si avvicinava sempre di più ai battistrada. Al ritorno a Ponte San Marco le carte si rimescolavano e il gruppo tornava compatto. Dopo pochi chilometri accendeva la miccia Spadini, sul quale si portavano subito Tasca e Bonelli. Orlandi durante il quarto giro del circuito finale usciva dal gruppo a caccia del terzetto di testa, che raggiungeva nell’abitato di Ponte San Marco. Al quarto passaggio da San Vito di Bedizzole il gruppo transitava con 25” di distacco dal quartetto in fuga. Quindi il ricompattamento e la volata conclusiva che arrideva a Enrico Zanoncello, superbo nello sfruttare la ruota del compagno di club Filippo Rocchetti, l’anno scorso secondo. Per la Zalf Euromobil un avvio di stagione straordinario.


ORDINE D'ARRIVO:
1° Enrico Zanoncello (Zalf Euromobil Désirée Fior) km 157 in 3h30'35" media 44,733 km/h
2° Filippo Bertone (Iseo Rime Carnovali)
3° Francesco Di Felice (Sangemini Mg K Vis Trevigiani)
4° Elia Menegale (Gallina Colosio)
5° Daniel Smarzaro (General Store Essegibi Curria)
6° Davide Colnaghi (Named)
7° Andrea Colnaghi (Named)
8° Moreno Marchetti (Casillo Petroli Firenze)
9° Filippo Baroncini (Beltrami Tsa)
10° Stefano Di Benedetto (Pedale Scaligero)

Giorgio Torre
Photobicicailotto