14 Ottobre Ott 2020 1341 6 days ago

Il veneto Coati vince la crono e la Coppa Del Mobilio

La frazione in linea al mattino al bresciano Gazzoli

Lo Sprint Gara In Linea

PONSACCO (PI) - Come al solito è stata la cronometro del pomeriggio riservata ai primi 15 della gara del mattino, a decidere la vittoria della combinata e quindi della 69^ Coppa del Mobilio a Ponsacco per dilettanti Elite e Under 23. Al mattino infatti nella frenetica frazione in linea c’era stato il solito e prevedibile volatone del gruppo sul rettilineo di via Vanni. Vincitore della crono e dell’edizione 2020 della classica ponsacchina organizzata dalla Ciclistica Mobilieri, il veronese Luca Coati della Casillo Petroli Firenze Hopplà, che ha avuto ragione di Tiberi, ex campione del mondo juniores a cronometro e considerato il favorito della prova. Invece Coati ha sfoderato una grande prestazione riuscendo ad avere ragione del laziale. Trentaquattro le società per 177 atleti, con una decina di formazioni toscane, che hanno preso parte alla competizione con ritrovo alla Ecofor Service nella zona industriale a Gello di Pontedera.

La gara in linea che prevedeva 4 giri di 8 km attorno a Ponsacco, prima di andare ad affrontare le salite di Peccioli e S.Pietro Belvedere, è risultata velocissima ed i vari tentativi di fuga promossi sono stati sempre neutralizzati dalla pronta reazione del gruppo. L’ultimo in ordine di tempo lo ha provato Lucca che ha guadagnato dieci secondi prima di essere raggiunto. Volata a ranghi compatti come volevano le previsioni, emozionante ed incertissima, con ben sei atleti nello spazio di un metro e con il responso del fotofinish che assegnava al ventunenne bresciano Michele Gazzoli il primo posto. L’atleta del Team Colpack Ballan era stato il grande protagonista anche domenica scorsa nel Gp Del Rosso a Montecatini vinto per distacco. Questa volta Gazzoli con un colpo di reni formidabile ha avuto ragione di Rocchetta e Burchio che hanno ottenuto le piazze d’onore. Per il vincitore si può parlare di atleta ritrovato visto che questa doppietta in 48 ore, arriva dopo ben tre anni e dopo quel 2017 da juniores che aveva visto Gazzoli laurearsi Campione Europeo in linea e terzo ai mondiali.

Tra i toscani il miglior il fiorentino Nencini reduce dai Campionati Europei su pista dove ha vinto la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre e che ha ottenuto il quinto posto. Con lui dei toscani hanno acquisito il diritto di prendere parte alla cronometro anche Magli (9°) e Crescioli (13°). La prova pomeridiana contro il tempo sulle strade della Valdera lunga 33 chilometri ha invece esaltato il ventunenne veneto Coati che ha conquistato la vittoria, prima della stagione (era arrivato quinto nella crono di Imola), mentre come nella gara in linea, il più bravo dei toscani è risultato Nencini.

ORDINE DI ARRIVO (gara in linea): 1)Michele Gazzoli (Team Colpack Ballan) Km 124, in 2h37’18”, media Km 47,298; 2)Cristian Rocchetta (General Store Essegibi); 3)Federico Burchio (Work Service Group Dynatek); 4)Stefano Moro (Biesse Arvedi); 5)Tommaso Nencini (Mastromarco Sensi Nibali); 6)Davide Ferrari (Casillo Petroli Firenze Hopplà); 7)Riccardo Bobbo (NTT Continental Cycling); 8)Luca Coati (Casillo Petroli Firenze Hopplà); 9)Filippo Magli (mastromarco Sensi Nibali); 10)Antonio Tiberi (Team Colpack Ballan).

ORDINE DI ARRIVO (cronometro e combinata): 1)Luca Coati (Casillo Petroli Firenze Hopplà) Km 33, in 40’21”, media Km 49,071; 2)Antonio Tiberi (Colpack Ballan) a 23”; 3)Riccardo Bobbo (NTT Continental Cycling) a 42” 4)Tommaso Nencini (Mastromarco Sensi Nibali) a 1’28”; 5)Matteo Baseggio (General Store) a 1’31; 6)Michele Gazzoli (Colpack Ballan) a 1’54”; 7)Federico Burchio (Work Service Group Dynatek) a 2’; 8)Filippo Magli (Mastromarco Sensi Nibali) a 2’01”; 9)Stefano Moro (Biesse Arvedi) a 2’29”; 10)Samuele Zambelli (Iseo Rime Carnovali) a 2’57”; seguono Rocchetta, Ferrarri, Corradini, Crescioli, Nastasi.

ANTONIO MANNORI