18 Dicembre Dic 2020 0826 one month ago

Toscana - L'Aquila Ponte a Ema punta sui giovani

Per la prossima stagione la formazione allestirà un folto gruppo di giovanissimi, due esordienti e cinque gli allievi

Giovanissimi Aquila

PONTE A EMA(FI) - Gli “aquilotti” come gli definisce Francesco Panichi, giovane presidente della società Aquila Ponte a Ema della quale è stato anche atleta, ci saranno anche il prossimo anno. Nonostante le difficoltà comuni a tante società sportive e non solo di ciclismo per l’emergenza Covid-19 sono poco meno di una ventina i tesserati per la prossima stagione con una segnalazione che merita la precedenza. Se la squadra allievi si compone di un quintetto di atleti e se gli esordienti sono soltanto un paio, cresce il numero dei giovanissimi, quindici in tutto al momento, e questo è un segnale confortante e di speranza per il futuro. L’Aquila Ponte a Ema il cui nome riporta subito alla mente il grande Gino Bartali, potrebbe tornare tra qualche stagione ad avere un numero adeguato anche nelle categorie esordienti e allievi come è avvenuto in passato prima dei segnali preoccupanti avvertiti nelle ultime stagioni.

“Avere un folto gruppo di giovanissimi dai 7 ai 12 anni è importante – dice il presidente Panichi – purtroppo con l’emergenza sanitaria non è stato più possibile usare il pulmino della società per portare i ragazzi ad allenarsi sulla pista del ciclodromo Graziella Cenni a San Bartolo a Cintoia. A Ponte Ema e nelle zone limitrofe non è possibile avere a disposizione un impianto per fare allenare in tutta tranquillità e sicurezza i giovanissimi, un’esigenza fondamentale per costituire il vivaio, che è seguito dallo staff tecnico con impegno e passione. L’augurio quindi che cessi questa emergenza che ha creato non pochi problemi e difficoltà”. L’Aquila Ponte a Ema, anno di fondazione 1927, ha per fortuna ancora un buon numero di dirigenti giovani che in larga parte sono stati atleti della società e poi terminata l’attività, sono rimasti volentieri all’interno della stessa per continuare la tradizione ciclistica dell’Aquila e di Ponte a Ema, con i tantissimi ricordi ed i successi conquistati.

ALLIEVI: Leonardo Calvetti, Leonardo Terzani, Danil Simoncini, Saba Gabriel Salvetti, Tommaso Saccardi.

ESORDIENTI: Diego Ninci, Andrea Degl’Innocenti.

GIOVANISSIMI: Cosimo Nimi, Alessio Bartoli, Mattia Panichi, Michael Penzo, Gaia Bianchi, Cristian Bertini, Giulio Morandi, Drago Giusti, Niccolò Fedi, Matteo Degl’Innocenti, Alberto Brazzini, Giorgio Toti, Niccolò Martini, Andrea Scudieri, Manfredi Ercoli.

Antonio Mannori