31 Agosto Ago 2021 1745 25 days ago

Gp de Plouay: splendido assolo della tricolore Elisa Longo Borghini

La piemontese è rientrata in azione nel finale, al momento decisivo, ed è andata a cogliere una bella e importante vittoria

Longo Borghini Plouay Foto Getty Sport

Plouay (FRANCIA) – La campionessa d’Italia Elisa Longo Borghini (Trek-Segafrdo), al rientro alle competizioni dopo la medaglia di bronzo olimpica conquistata a Tokyo, oggi ha festeggiato una bellissima vittoria solitaria in Francia, al 20° GP de Plouay – Lorient- Agglomération Trophée CERATIZIT, prova dell’UCI Women’s WorldTour.

Già all’attacco nella prima parte di gara, la piemontese è rientrata in azione nel finale, al momento decisivo, ed è andata a cogliere una bella e importante vittoria in maglia tricolore. La francese Gladys Verhulst del Team Arkea-Samsic ha vinto lo sprint del ridotto gruppo principale, esultando a sua volta per il bel piazzamento. Terza l’americana Kristen Faulkner del Team Tibco-SVB.

Grande protagonista di giornata è stata anche la bielorussa Alena Amialiusik (Canyon SRAM), rimasta in avanscoperta solitaria per diversi chilometri, accarezzando anche l’idea di poter arrivare fino alla fine. Ma nell’ultimo giro del tortuoso e impegnativo circuito bretone, il gruppo delle migliori è tornato compatto. Ci ha provato Tatiana Guderzo (Alé BTC Ljubljana), ma anche lei si è dovuta arrendere.

L’azione decisiva della Longo Borghini arriva a dieci chilometri dalla conclusione: gudagana secondi preziosi, dietro si guardano, si studiano e fanno buon gioco dell’italiana che vola festante verso la vittoria, la quarta personale della stagione.

Sono molto felice e soddisfatto di oggi. Plouay è una zona fantastica per il ciclismo; è sempre bello vincere qui”, ha detto Longo Borghini. “In realtà, il piano della squadra ha funzionato molto bene nonostante la caduta di Audrey (Cordon-Ragot), la campionessa di Bretagna, perché abbiamo cercato di darle una possibilità di vittoria qui visto che questa è una gara importante per lei. Ma è stata sfortunata e allora nel finale mi hanno detto di attaccare per rendere la gara ancora più dura” (foto Getty Sport).

Giorgio Torre

ORDINE D’ARRIVO:

1 Elisa Longo Borghini (Ita) Trek – Segafredo 4:06:02
2 Gladys Verhulst (Fra) Arkea Pro Cycling Team 0:00:12
3 Kristen Faulkner (USA) Team Tibco – Silicon Valley Bank
4 Sofia Bertizzolo (Ita) Liv Racing
5 Evita Muzic (Fra) Fdj Nouvelle-Aquitaine Futuroscope
6 Eugenia Bujak (Slo) Alé BTC Ljubljana
7 Elizabeth Deignan (GBr) Trek – Segafredo
8 Coryn Rivera (USA) Team Dsm
9 Ashleigh Moolman-Pasio (RSA) Team Sd Worx
10 Anna Henderson (GBr) Jumbo-Visma Women Team