15 Maggio Mag 2022 2052 one month ago

Nazionale U23 - Parisini vince "La Medicea"

Ha battuto Busatto e Svrcek due dei suoi 5 compagni di fuga con il gruppo che in pratica è finito a ridosso dei promotori del tentativo a 50 metri dal traguardo.

Il Podio De La Medicea A Cerreto Guidi (Foto Sandro Manzi)

Cerreto Guidi – La seconda edizione della gara nazionale per Under 23 “La Medicea” ripercorrendo le vie della famiglia De’ Medici, su di un circuito di 22 km da ripetere sette volte con partenza ed arrivo a Cerreto Guidi, si è risolta in volata con il successo di Nicolò Parisini che ha battuto Busatto e Svrcek due dei suoi 5 compagni di fuga con il gruppo che in pratica è finito a ridosso dei promotori del tentativo a 50 metri dal traguardo. Un finale emozionante in quanto il sestetto di testa sganciatosi sulla salita di San Zio è riuscito a resistere all’incalzare del gruppo dove si è verificata anche una caduta all’ultimo chilometro. Il successo di Parisini dopo un terzo posto (Firenze-Empoli) ed un quarto, è meritatissimo perché premia colui che ha promosso la fuga finale e l’ha sostenuta con molta decisione e determinazione per poi risultare il più forte nello sprint. Secondo è giunto Busatto come a Marina di Carrara sei giorni fa nella gara internazionale, e che fino a 15 metri dalla linea di arrivo sembrava lui il vincitore prima del grande rush di Parisini. In terza ruota il giovane slovacco Svrcek, mentre gli altri tre protagonisti della fuga decisiva sono stati Meris (ottimo quarto), Cretti e Bilyi.

CRONACA: Nel corso del primo giro la fuga di Tornaboni e Nordal con un vantaggio alla fine del secondo giro (Km 44) di 50” sul gruppo. Sulla coppia prima del 60° chilometro rientravano in sei ed erano loro a continuare l’azione in quanto i due promotori della prima fuga di giornata si rialzavano. Il sestetto (Abreha, Ojeda, Motti, Bortoluzzi, Vignato e Bosini) al termine del 4° giro dopo 88 km, avevano 2’20” sul gruppo. Prima della fine del 5° giro mollava Bortoluzzi ed i cinque di testa transitavano a due giri dal termine con 1’15” sul gruppo. Al suono della campana (22 km alla conclusione) 17” il margine del quintetto nei confronti del gruppo condotto dal Team Colpack Ballan che annullava la fuga a 18 km dalla fine prima della salita di San Zio. Su questa asperità prendevano il largo in sei: Meris, Cretti, Bilyi, Parisini, Busatto e Svrcek che guadagnano una ventina di secondi resistendo fino al traguardo alla rincorsa del gruppo.

ORDINE DI ARRIVO: 1)Nicolò Parisini (Team Qhubeka) Km 154, in 3h43’50”, media Km 41,281; 2)Francesco Busatto (General Store Essegibi F.lli Curia); 3)Martin Svrcek (Biesse-Carrera); 4)Sergio Meris (Team Colpack Ballan); 5)Luca Cretti (Petroli Firenze Hopplà Don Camillo); 6)Francesco Carollo (MG Kvis Colors For Peace); 7)Andrea Biancalani (Beltrami TSA Tre Colli); 8)Tommaso Dati (Maltinti Banca Cambiano;; 9)Stefano Rizza (Parkpre Racing Team); 10)Daniel Skerl (CTF).

Antonio Mannori