9 Gennaio Gen 2023 0958 22 days ago

Come sarà il Gran Premio Giuliano Baronti a Cerbaia

La gara di apertura della stagione juniores in Toscana

Baronti

Lamporecchio - Definiti i dettagli del Gran Premio Giuliano Baronti, la gara nel ricordo dell’indimenticabile imprenditore di Cerbaia di Lamporecchio e grande innamorato e sponsor del ciclismo. Il programma è stato predisposto dai due figli di Giuliano, Alessio e Stefano, assieme al Team Franco Ballerini nelle persone del presidente Franco Miniati, di Luca Scinto e Angelo Citracca, società organizzatrice con la collaborazione e l’apporto della società Una Bici X Tutti di Pontedera presieduta da Claudio De Angeli. La gara si svolgerà domenica 5 marzo e sarà la prima in Toscana della categoria juniores. Il ritrovo, la partenza ufficiosa (quella ufficiale verrà data di fronte al Circolo Arci Tamburini a Cerbaia) e l’arrivo davanti all’azienda Neri Sottoli in via Amendola. Previsti 10 giri di un circuito privo di difficoltà altimetriche per complessivi km 97,3 con partenza alle ore 14.

Il percorso si snoderà attraversando le strade dei Comuni di Lamporecchio (con passaggio dal centro) e di Larciano, per toccare Via Ferrucci e quindi puntare nuovamente verso la zona industriale di Cerbaia di Lamporecchio e l’azienda cara a Giuliano Baronti. L’impegno massimo da parte di tutti è quello di allestire una bella manifestazione nel ricordo ed in onore di Giuliano Baronti, una persona che ha dato tanto al ciclismo nazionale. Sarà in tale occasione ricordato anche Pietro Marradini, altra figura conosciutissima nel mondo dello sport e del ciclismo scomparso di recente e grande amico di Giuliano Baronti. In tantissime gare di ciclismo dove c’erano gli striscioni firmati Neri Sottoli, c’era la presenza di Pietro che gli aveva esposti assieme ai suoi collaboratori. Alla corsa di marzo è prevista la presenza di tutte le formazioni toscane e di alcune provenienti da altre Regioni, per una degna apertura juniores in Toscana. Sono attesi infine tanti sportivi e appassionati, tutti invitati, per quella che dovrà essere una grande festa del ciclismo.

Antonio Mannori