30 Aprile Apr 2023 2056 one year ago

Elite e U23 - Pinazzi nella Vicenza Bionde

L'emiliano della Arvedi Cycling bissa il successo dell'anno scorso anticipando allo sprint Giosuè Epis e Daniel Skerl.

294A5534

BIONDE DI SALIZZOLE (VR) – In una sorta di deja vu rispetto a quanto vissuto dodici mesi fa, la firma sulla Vicenza – Bionde è ancora quella dell’emiliano Mattia Pinazzi (Arvedi Cycling), che si è ancora una volta imposto allo sprint precedendo Giosuè Epis della Zalf Fior e Daniel Skerl del Cycling Team Friuli Victorious.

Oltre alla fotografia sul gradino più alto del podio, per il pistard azzurro ci sono altre analogie rispetto all’edizione 2022: come l’anno scorso, questa è la seconda vittoria stagionale del corridore, già a segno il 12 marzo a Nonantola; ed è simile anche l’esultanza, con il 22enne emiliano che si è portato l’indice alle labbra per far capire che, per lui, parlano i fatti.

Fatti che lo portano anche a essere un uomo importante per il settore della pista, come del resto dimostra la sua convocazione alla recente prova di Uci Track Nations Cup a Milton, dove Mattia Pinazzi ha contribuito alla medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre.

Detto del vincitore, è mancato un pelo al bresciano Giosué Epis, ancora una volta vicino al primo successo stagionale in maglia Zalf e per la terza volta sul podio di una competizione di ottimo livello; terzo posto per Skerl, una delle più liete sorprese di questa prima parte della stagione.

Nell’ordine d’arrivo figurano anche altri atleti che si sono già messi in mostra nel 2023, come per esempio Alessandro Romele (Team Colpack Ballan CSB), recentemente dominatore del Liberazione di Roma.

Ordine d’arrivo

1 Mattia Pinazzi (Arvedi) in 3h37’53” 164,2 Km Media: 45,217 Km/h
2 Giosuè Epis (Zalf Euromobil Désirée Fior)
3 Daniel Skerl (CTF Victorious)
4 Lorenzo Anniballi (Sias Rime Drali)
5 Andrea D’Amato (Biesse Carrera)
6 Rubens Sanchez (Colpack Ballan)
7 Lorenzo Peschi (General Store)
8 Alessio Menghini (Solme Olmo)
9 Alessandro Romele (Colpack Ballan)
10 Lorenzo tedeschi (Hopplà Petroli Firenze)

Roberto Amaglio
Foto credit Photobicicailotto