22 Maggio Mag 2024 0840 29 days ago

Juniores - Bongiorno nella 44° Piccola San Geo

Ottiene la sua prima vittoria stagionale per distacco. 110 corridori schieratisi sulla linea di partenza hanno onorato appieno la prestigiosa gara che si è conclusa a Busto Arsizio con 63 corridori classificati.

19

Busto Arsizio (Varese), 19 Maggio 2024 - Simone Bongiorno, 18 anni compiuti, juniores in livrea Energy Team conquista la sua prima vittoria stagionale imponendosi per distacco nella 44° edizione della Piccola San Geo valida anche per l’assegnazione del 29° Trofeo Mara, gara organizzata dall’UC Bustese Olonia e disputata sulla distanza di km 119,300 con partenza da Busto Arsizio, tratto in linea fino a Cairate dove iniziava il circuito denominato del Cairate e del Lonate Ceppino da ripetere cinque volte e che fino a qualche decennio fa era una tradizione vedere passare su queste strade più di una corsa ogni domenica. Ed oggi i 110 corridori schieratisi sulla linea di partenza hanno onorato appieno la prestigiosa gara che si è conclusa a Busto Arsizio con 63 corridori classificati.

I primi due giri del circuito del Cairate e del Lonate Ceppino sono volati pressoche a gruppo compatto poi sono il veneto Mattia Fracasso (Faizanè Csz-Sandrigo Bike) e il campione provinciale juniores di Como Alberto Antenucci (Club Ciclistico Canturino) ad aprire le danze inseguiti a circa un minuto da Damiano Lavelli (Biesse Carrera) e il bergamasco Matteo Ferrari (SC Romanese) che precedevano il gruppo di una ventina di secondi.

Poi nel corso del quarto dei cinque giri del circuito la corsa esplodeva con la formazione al comando di un plotone di 10 corridori, Bongiorno (Energy Team), il figlio d’arte Santiago Basso (Bustese Olonia), Gamba e Kombel (Ciclistica Trevigliese), Baldini e Zambianchi della Travel&Service, Godizzi e Quadriglia (Biesse Carrera) e infine Doghetti e Vignati del Pool Cantù-GB Junior Team, un plotone che prenderà decisamente il largo.

Nel tratto in linea per tornare a Busto Arsizio i fuggitivi vedevano ridursi inesorabilmente il loro vantaggio nei confronti degli inseguitori e a questo punto Simone Bongiorno e Gioele Ferrario rompevano gli indugi e lanciavano il loro affondo con Bongiorno che staccava leggermente il suo avversario e andava a vincere a braccia alzate seguito dal tandem della squadra dell’ex professionista Gianluca Bortolami, che completavano il podio di giornata. Molto felice per la vittoria Simone Bongiorno che sabato scorso a Bugnate nel novarese è stato protagonista di una lunga fuga conclusasi con la vittoria nel GPM ma che gli aveva lasciato un po’ di amaro in bocca perché voleva dedicare la vittoria al nonno con un giorno d’anticipo, ci è riuscito oggi a Busto Arsizio centrando proprio il giorno del compleanno. Il Gran Premio della montagna della Piccola San Geo se lo è aggiudicato Santiago Basso che era diretto in ammiraglia dal Direttore Sportivo Lavio Siviero soddisfatto dei suoi corridori che sabato a Bugnate avevano conquistato una doppia top-ten col 5°posto di Santiago Basso e la 9° piazza di Diego Parmigiani che ha conquistato il titolo di Campione Provinciale Juniores di Novara.

Ordine d’Arrivo 44° Piccola San Geo-29° Trofeo Mara,

1) Simone Bongiorno (Energy Team) km 119,300 in 2h57’29” media kmh. 40,331;
2) Gioele Ferrari (Pool Cantù-GB Junior Team) a 10”;
3) Giacomo Dentelli (Pool Cantù-GB Junior Team) a 23”;
4) Damiano Lavelli (Biesse Carrera);
5) Cristian Cornali (SC Romanese);
6) Gabriele Durelli (Ciclistica Trevigliese);
7) Florian Zambianchi (Travel & Service-Cycling Team);
8) Davide Quadriglia (Biesse Carrera);
9) Matteo Baldini (Travel & Service-Cycling Team);
10) Marco Sardone (Gruppo Sportivo Parmense).

Corridori partiti, 130; Ritirati 47; Classificati 63.

Vito Bernardi